Mercedes-Benz EQC : test finali nel deserto fino a 50 gradi

Pronta alla commercializzazione ed alla produzione in serie, in Mercedes-Benz stanno ultimando ennesimi test prima di presentare al grande pubblico la futuristica EQC .

EQC


Un inverno al gelo, in condizioni estreme, ora si passa al deserto dove i 50 gradi sono solo una delle tante prove da dover superare, in Mercedes-Benz non c’è margine di errore e così anche per la nuova EQC è tempo di ultimare nuovi e severissimi test.

Passare dai -35 gradi ai +50 non è cosa da tutti, ma è in linea con il programma previsto per poi andare in serie, le batterie elettriche in presenza di rigide temperature erogano una potenza inferiore, la gestione ottimale delle sue caratteristiche fisiche, del raffreddamento di una batteria e della sua reazione in fase di ricarica al termine di un simile stress termico, sono tutte fasi da analizzare, provare e simulare.

Potrà sembrare banale ma anche il climatizzatore della Mercedes-Benz EQC ha subito non poche prove, dalla pre-climatizazione, al calcolo automatico della corretta temperatura, affidabilità ed efficacia di funzionamento, parametri che non possono esser trascurati.

Mercedes-Benz EQC al termine dei severissimi test nel deserto andaluso dovrà aver raggiunto il cosiddetto “livello di maturità”: dalla simulazione digitale alla prova al banco fino all’affermazione della sua affidabilità, una catena che rende perfetto già al momento della sua prima commercializzazione un modello della stella a tre punte.

Sono circa 200 i prototipo di Mercedes-Benz EQC che hanno circolato, testato ed affrontato le condizioni climatiche più disparate, la sperimentazione coinvolge centinaia di veicoli fino ad arrivare al verdetto positivo.

a cura di Marco Lasala
marco.lasala@reportmotori.it

 

Parliamone insieme sul Forum